Usufrutto - Valore e durata.



L'Usufrutto è il diritto di godere della cosa di cui altri ha la proprietà e di trarne le utilità che essa può dare, con l'obbligo di rispettarne la destinazione economica (art. 981 C.C.). il titolare del diritto si dice usufruttuario, mentre la controparte è detta nudo proprietario, perché il suo diritto di proprietà è stato spogliato della facoltà di godimento, che spetta all'usufruttuario.

Si può costituire:
- per legge (come a favore del genitore esercente la patria potestà sui beni del figlio minore)
- per volontà (espressa in un contratto o in un testamento)
- per usucapione

Durata:
- se persona fisica, per tutta la vita dell'usufruttuario
- se persona giuridica, massimo 30 anni

L'usufrutto può cessare:
- per morte dell'usufruttuario
- per prescrizione (non esercizio del diritto per 20 anni)
- per riunione dell'usufrutto e della nuda proprietà (confusione)
- per totale deperimento della cosa
- per scadenza o per spirare del tempo per cui è stabilito (es.nell'usufrutto legale fino alla maggiore età del figlio)

Diritti dell'usufruttuario:
- di godere della cosa e di trarne l'utilità che può dare
- indennità per i miglioramenti eseguiti (minor somma tra speso e migliorato)
- dare in locazione (salvo non sia vietato dall'atto costitutivo)
- cedere a titolo gratuito od oneroso (salvo non sia vietato dall'atto costitutivo)

Obblighi dell'usufruttuario:
- mantenere la destinazione economica della cosa
- spese e oneri relativi alla manutenzione ordinaria
- corrispondere al nudo proprietario l'interesse legale sulle somme spese per riparazioni straordinarie
- pagamento di imposte sul reddito e ICI
- restituzione delle cose nello stato in cui si trovano con i deterioramenti causati dall'uso normale.

Tabella per il calcolo del valore dell'usufrutto
Si prende il valore dell'intera proprietà dell'immobile (supponiamo euro 100.000) e lo si moltiplica per il tasso di interesse legale (dal 1-1-2020 è del 0,05%), si ottiene così la rendita annua Euro 100.000 X 0,05% = euro 50. La rendita annua viene poi moltiplicata per il valore della tabella corrispondente all'età anagrafica di colui che cede la nuda proprietà (supponiamo che abbia 61 anni) Euro 50 X 1100 = Euro 55.000 (valore dell'usufrutto) e per differenza Euro 45.000 valore della nuda proprietà.


Coefficienti 2020


Anni
usufruttuario

Coefficiente di
moltiplicazione

Anni
usufruttuario

Coefficiente di
moltiplicazione

da 0 a 20 1900 da 64 a 66 1000
da 21 a 30 1800 da 67 a 69 900
da 31 a 40 1700 da 70 a 72 800
da 41 a 45 1600 da 73 a 75 700
da 46 a 50 1500 da 76 a 78 600
da 51 a 53 1400 da 79 a 82 500
da 54 a 56 1300 da 83 a 86 400
da 57 a 60 1200 da 87 a 92 300
da 61 a 63 1100 da 93 a 99 200



Hai un sito web?
Preleva questa calcolatrice e inseriscila sul tuo sito!


Vedi anche: Guida Immobiliare




Torna su