Raggiunto accordo sulla penale di estinzione



17/05/2007 - L'Abi e le associazioni dei consumatori hanno raggiunto un'intesa che prevede la riduzione delle penali per l'estinzione anticipata dei mutui accesi prima del 02/02/2007

Lo dice in una nota l'Adiconsum.

Nel comunicato si legge che "per anni le associazioni consumatori hanno contestato duramente le eccessive penalità per l'estinzione anticipata del mutuo e la difficoltà a trasferire il mutuo da una banca ad un'altra"
"Finalmente qualcosa è cambiato". L'intesa, riferisce Adiconsum, permetterà di ottenere sconti per migliaia di euro.

Per i mutui stipulati prima del 2001:
L’accordo prevede per tutti questi mutui siano essi a tasso fisso, a tasso variabile, a tasso misto che la nuova penalità massima non possa più superare lo 0,50%.
Inoltre nel caso in cui il mutuo sia prossimo alla scadenza per il terzultimo anno la penalità scende allo 0,20% e per gli ultimi due anni non è prevista alcuna penalità.
È prevista inoltre una clausola di salvaguardia che prevede per quei casi che già oggi sono al di sotto dello 0,50 per cento una riduzione comunque dello 0,20 per cento nel caso di tasso fisso e zero nel caso di mutuo a tasso variabile.

Per i mutui stipulati dopo il primo gennaio 2001:
Per questi mutui più recenti l’accordo prevede che per i mutui a tasso variabile e quelli a tasso misto restano le condizioni precedenti e cioè dello 0,50% - 0,20% e 0% per gli ultimi due anni, così come permane la clausola di salvaguardia.
Per i mutui a tasso fisso la penalità viene ridotta all’1,90% nel caso in cui l’estinzione anticipata avvenga nella prima metà di durata del mutuo, che scende all’1,50% per la seconda metà del mutuo.
Inoltre anche per questi nel terzultimo anno la penalità scende allo 0,20% ed è a costo zero per gli ultimi due anni.

Archivio News Mutui




Torna su