Eliminazione della penale di estinzione anticipata



15/04/2007 - Il decreto Bersani 2, entrato in vigore il 2 febbraio 2007 e convertito in legge lo scorso 2 aprile, all'articolo 7 prevede che le banche, contrariamente al passato, non potranno più applicare penali in caso di estinzione anticipata dei mutui casa.

La nuova regola vale però per i soli mutui accesi dopo il 2 febbraio 2007, data di emissione del provvedimento.
Per quelli anteriori, la legge prevede che, nel termine di tre mesi - e dunque entro il prossimo 2 maggio - l'Abi (Associazione Bancaria Italiana) e le associazioni dei consumatori trovino un accordo per la riduzione ad equità delle condizioni che disciplinano la risoluzione anticipata del rapporto.

Facile a dirsi, difficilissimo a farsi, perché sull'interpretazione di queste tre parole si sta giocando una complicata partita tra banche e consumatori su chi riuscirà a portare a casa di più.

Mentre l'esecutivo Abi (presidente Corrado Faissola) dichiara di aver raggiunto un'intesa con 12 associazioni di consumatori in merito alle penali e che entro il 2 maggio prossimo verrà sottoscritto l'accordo e annunciata la modalità di applicazione, le altre associazioni (Adusbef, Codacons, Codici, Federconsumatori e Centro Consumatori Bolzano) hanno comunicato che allo stato attuale non è stato siglato nessun accordo.

Il nostro suggerimento è quello di attendere (se possibile) la conclusione della trattativa in corso prima di procedere alla estinzione anticipata del vostro mutuo.

Archivio News Mutui




Torna su