Nomisma: Il ciclo immobiliare rallenta



18/01/2007 - È in frenata la crescita del mercato immobiliare italiano, dopo il boom degli ultimi anni.
Lo evidenzia il rapporto presentato dal centro studi bolognese Nomisma, che ha fotografato l'andamento del settore nel secondo semestre 2006.

Secondo i dati recenti, il mercato immobiliare è ancora in fase di crescita seppure ad un ritmo più lento rispetto al passato; i dati degli ultimi 6 mesi del 2006 sono infatti i più bassi degli ultimi otto anni.

La crescita si attesta sul 2,6% per quanto riguarda il mercato delle case ed è più o meno sullo stesso livello (2,5% e 2,7%) per uffici e negozi.

Secondo Nomisma il trend si assesterà anche nei primi mesi del 2007.

Negli ultimi mesi è calata la percentuale delle famiglie proprietarie della prima casa anche se sono aumentati gli acquisti delle seconde case, non tanto in luoghi di vacanza, ma nei centri cittadini: il 30% dei mutui richiesti è per l'acquisto di una seconda casa, quattro anni fa erano il 10%. Il numero di compravendite delle case è in calo nelle grandi città, mentre cresce nelle località minori (dove il prezzo è più basso).

Milano si conferma la città più cara (8.183 euro al metro quadrato nelle zone di pregio, 6.774 nel centro).

Fonte: Nomisma

Archivio News Mutui




Torna su