Mutui: quando il tasso diventa usuraio


Autore: Giovanni Bruognolo | 10/11/2018 ore 18.10

Tassi usurari

Quando facciamo richiesta di un mutuo, la banca applica sulla somma erogata il tasso d'interesse pattuito nel contratto. Il tasso è costituito da 2 parti:
se è fisso da eurirs + spread;
se è variabile da euribor + spread.

Per capire se questo è un tasso usuraio ed è quindi sopra il cosiddetto "tasso soglia" va confrontato con apposite tabelle che trimestralmente vengono messe a disposizione dalla Banca d'italia. La tabella dei tassi usurari è visibile anche in questo sito e precisamente in questa pagina: tassi usurari

Il tasso usuraio viene calcolato ogni 3 mesi prendendo il tasso medio applicato dalle banche con l'aggiunta del 25% del tasso stesso maggiorandolo di 4 punti.

Se il tasso praticato dalla banca è superiore alla soglia stabilita vuol dire che si tratta di un tasso illegale e quindi è possibile effettuare un reclamo all'istituto di credito o rivolgersi all'Arbitro Bancario Finanziario (ABF) chiedendo il rimborso di quanto versato.

Archivio News Mutui



Commenta la news! - (0 commenti)






  

Privacy Policy
   


*Dato obbligatorio




Torna su