ISC - Indicatore Sintetico di Costo



L'ISC (Indicatore Sintetico di Costo) è il tasso di un mutuo che considera, oltre al tasso applicato con il quale si calcola la rata mensile, anche le spese accessorie iniziali e le spese periodiche.

Esempio:
una banca propone un mutuo di 120.000 Euro in 25 anni al tasso del 5,50% con rata mensile di 736,90;

- Spese di istruttoria Euro 250,00
- Spese di perizia Euro 250,00
- Netto Erogato 119.500 (mutuo - spese iniziali)

- Ass. incendio e scoppio Euro 2,28 mensili
- Rata reale 739,18 (rata + assicurazione)

Il nostro ISC (ex Taeg) calcolato su un capitale di Euro 119.500 con pagamento di una rata mensile di Euro 739,18 è del 5,716%.
Come è possibile notare l'ISC del nostro mutuo è nettamente superiore al tasso o TAN pubblicizzato dalla banca.

L'ISC è un ottimo indicatore utilizzato per confontare i mutui della varie banche e per scegliere il mutuo più conveniente.
Il suo valore è inserito nel Prospetto europeo standardizzato (Esis) che le banche aderenti al codice di condotta europeo forniscono su richiesta dei clienti.

L'indicatore sintetico di costo comprende le seguenti spese:
1) il rimborso del capitale
2) il pagamento degli interessi
3) le spese di istruttoria
4) le spese di perizia
5) le spese di incasso rata
6) le spese di assicurazione imposte dal creditore
7) ogni altra spesa connessa all'operazione di finanziamento



Calcolo Taeg - Isc


Hai un sito web?
Preleva questa calcolatrice e inseriscila sul tuo sito!

Vai a: Guida mutui




Torna su