Ipoteca - Iscrizione e cancellazione



Per ottenere un mutuo, la banca richiede a garanzia del suo credito, un iscrizione ipotecaria di primo grado (nel senso che sul bene non gravino ipoteche precedenti) su un immobile di proprietà del richiedente.
Solitamente l'immobile coincide con quello che viene acquistato ma può anche essere un immobile diverso.

L'ipoteca viene iscritta sempre per una somma superiore al mutuo richiesto (in genere dal 150% al 250%).

La cifra indicata nell'iscrizione ipotecaria non è il debito che il mutuatario ha nei confronti della banca ma è solo la somma massima che la banca potrebbe richiedere in caso di mancato pagamento delle rate di mutuo e che comprende gli eventuali costi (interessi, spese legali, more, ecc.) che la banca sarà costretta a sommare al mutuo non pagato.

Una volta saldato completamente il debito è possibile chiedere la nostra cancellazione ipoteca. (dal 2007 può essere cancellata senza costi)

Vai a: Guida mutui




Torna su