Erogazione mutuo



Se siete alle prese con una proposta d'acquisto prendetevi il giusto tempo (almeno 2 mesi) per fare la stipula dell'atto. I tempi di analisi di una pratica di mutuo e cioè quelli che intercorrono tra la presentazione della documentazione in banca e l'effettiva erogazione della somma variano dai 30 ai 60 giorni.

La banca emette una fattibilità dell'operazione (delibera reddituale) solitamente dopo 10/20 giorni. Successivamente attende la perizia e poi la relazione notarile per dare una delibera finale.

Alcune banche non erogano il mutuo il giorno della stipula ma al consolidamento dell'ipoteca. Cosa significa?
Vuol dire che il mutuo viene erogato dopo che il notaio ha iscritto un ipoteca di 1° grado sull'immobile e sono passati 11 giorni successivi a questa iscrizione. Tale periodo (circa due settimane) è definito "consolidamento dell'ipoteca" e a questo punto la banca è al sicuro da eventuali "revocatorie fallimentari".

L'erogazione del mutuo non contestuale alla stipula è generalmente effettuata con società costruttrici (soggetti fallibili), mentre per compravendite fra privati l'erogazione viene fatta solitamente il giorno del'atto. Se il venditore è un soggetto fallibile e decide di voler incassare il denaro il giorno della stipula, dovrà fornire alla banca un'appropriata documentazione permettendo l'erogazione mutuo attraverso un prefinanziamento (pagato dal mutuatario).

Vai a: Guida mutui




Torna su