Miglior mutuo - confronto mutui online
Preventivo Mutuo Gratuito
   Segnala questo sito Segnala questo sito    Aggiungi ai preferiti Preferiti    Imposta come prima pagina Imposta come prima pagina
  Home Page  
 
Sommario
Approfondimenti
Newsletter
Se vuoi ricevere le ultime novità e le offerte del sito Miglior Mutuo
Inserisci la tua E-mail
Newsletter

Utilità
Statistiche

Primi nei motori di ricerca!

Statistiche MigliorMutuo

Protected by Copyscape Plagiarism Check



  Usufrutto Usufrutto Diminuisci carattere Carattere Attuale Aumenta carattere
L'Usufrutto è il diritto di godere della cosa di cui altri ha la proprietà e di trarne le utilità che essa può dare, con l'obbligo di rispettarne la destinazione economica (art. 981 C.C.). il titolare del diritto si dice usufruttuario, mentre la controparte è detta nudo proprietario, perché il suo diritto di proprietà è stato spogliato della facoltà di godimento, che spetta all'usufruttuario.

Si può costituire:
 - per legge (come a favore del genitore esercente la patria potestà sui beni del figlio minore)
 - per volontà (espressa in un contratto o in un testamento)
 - per usucapione

Durata:
 - se persona fisica, per tutta la vita dell'usufruttuario
 - se persona giuridica, massimo 30 anni

L'usufrutto può cessare:
 - per morte dell'usufruttuario
 - per prescrizione (non esercizio del diritto per 20 anni)
 - per riunione dell'usufrutto e della nuda proprietà (confusione)
 - per totale deperimento della cosa
 - per scadenza o per spirare del tempo per cui è stabilito (es. nell'usufrutto legale fino alla maggiore età del figlio)

Diritti dell'usufruttuario:
 - di godere della cosa e di trarne l'utilità che può dare
 - indennità per i miglioramenti eseguiti (minor somma tra speso e migliorato)
 - dare in locazione (salvo non sia vietato dall'atto costitutivo)
 - cedere a titolo gratuito od oneroso (salvo non sia vietato dall'atto costitutivo)

Obblighi dell'usufruttuario:
 - mantenere la destinazione economica della cosa
 - spese e oneri relativi alla manutenzione ordinaria
 - corrispondere al nudo proprietario l'interesse legale sulle somme spese per riparazioni straordinarie
 - pagamento di imposte sul reddito e ICI
 - restituzione delle cose nello stato in cui si trovano con i deterioramenti causati dall'uso normale.

Tabella per il calcolo del valore dell'usufrutto
Si prende il valore dell'intera proprietà dell'immobile (supponiamo euro 100.000) e lo si moltiplica per il tasso di interesse legale (dal 1-1-2014 è del 1,00%), si ottiene così la rendita annua Euro 100.000 X 1,00% = euro 1.000. La rendita annua viene poi moltiplicata per il valore della tabella corrispondente all'età anagrafica di colui che cede la nuda proprietà (supponiamo che abbia 61 anni) Euro 1.000 X 55 = Euro 55.000 (valore dell'usufrutto) e per differenza Euro 45.000 valore della nuda proprietà.


Coefficienti 2014

Anni
usufruttuario

Coefficiente di
moltiplicazione

Anni
usufruttuario

Coefficiente di
moltiplicazione

da 0 a 20 90 da 64 a 66 50
da 21 a 30 90 da 67 a 69 45
da 31 a 40 85 da 70 a 72 40
da 41 a 45 80 da 73 a 75 35
da 46 a 50 75 da 76 a 78 30
da 51 a 53 70 da 79 a 82 25
da 54 a 56 65 da 83 a 86 20
da 57 a 60 60 da 87 a 92 15
da 61 a 63 55 da 93 a 99 10



Hai un sito web?
Preleva questa calcolatrice e inseriscila sul tuo sito!


Guida Immobiliare Guida Immobiliare
Torna indietro Invia questa pagina



 
  Miglior Mutuo SRL - C. F. e P. Iva 05720610962 - Privacy Contatti Contatti