Miglior mutuo
Preventivo Mutuo Gratuito
   Aggiungi ai preferiti Preferiti    Imposta come prima pagina Imposta come prima pagina
  Home Page  
 
Strumenti e Guide
Approfondimenti


Newsletter
Se vuoi ricevere le ultime novità e le offerte del sito Miglior Mutuo
Inserisci la tua E-mail
Newsletter

Utilità

Statistiche

Primi nei motori di ricerca!

Statistiche MigliorMutuo

Protected by Copyscape Plagiarism Check



  Cancellazione protesti Cancellazione protesti Diminuisci carattere Carattere Attuale Aumenta carattere
C’è chi promette impossibili cancellazioni dei protesti e riabilitazioni immediate. E chi offre la possibilità di ottenere facili crediti, che normalmente vengono a mancare a chi è protestato.

Ma è la Camera di Commercio l’indirizzo giusto, attraverso il servizio svolto dall’Ufficio Protesti.
Le regole sono uguali per tutti: il protesto si può cancellare entro 12 mesi da quando è stato levato e non si può fare immediatamente, ma occorrono alcuni giorni, stabiliti per legge. La spesa è di 8 Euro, per diritti di segreteria.
A Milano, nell’anno 2001, sono stati protestati 144.000 nominativi, sono state rilasciate 12.000 visure e sono state accettate 4.800 domande di cancellazione.
Con l’entrata in vigore della legge 18 agosto 2000, n. 235 sono state attribuite alle Camere di Commercio le competenze in merito alla cancellazione dei nominativi dei soggetti protestati dal Registro informatico a carattere nazionale, che ha sostituito, a partire dal 18 Giugno 2001, la pubblicazione del Bollettino Ufficiale.
Questa nuova competenza si aggiunge all’attività informativa che svolge la Camera di Commercio sui protesti cambiari: è possibile, infatti, avere i nomi dei protestati dall’istituzione milanese che gestisce l’elenco ufficiale dei protesti cambiari della Provincia milanese. Si tratta di uno strumento di regolazione per un mercato efficiente, moderno e trasparente.

Ci sono 12 mesi per poter cancellare il protesto.
La cancellazione dal Registro informatico avviene su istanza presentata esclusivamente dal soggetto protestato purchè, entro il termine di 12 mesi dalla levata del protesto, esegua il pagamento dell’effetto, degli interessi maturati e delle spese di protesto; oppure dal funzionario di banca o dall’ufficiale levatore che abbia proceduto erroneamente o illegittimamente alla levata del protesto.

Come fare la domanda.
La domanda, deve essere redatta su apposito modulo in distribuzione presso lo sportello protesti di Milano ed, a breve, scaricabile dal sito Internet www.mi.camcom.it, allegando il titolo quietanzato, in originale con relativo atto di protesto; la documentazione comprovante il pagamento delle altre spese relative al protesto; la copia di un documento valido di identità se la domanda viene inoltrata da un terzo.

.. e la cancellazione.
La Camera di Commercio, dalla data di presentazione della domanda ed entro pochi giorni (ma non immediatamente), provvede alla cancellazione definitiva dal Registro informatico dei protesti cambiari, del nominativo; da quel momento nessuno potrà più venire a conoscenza che c’è stato il protesto.

Fonte: Camera di commercio
Torna indietro Invia questa pagina

Preventivo Mutuo Gratuito
RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO E RISPARMI
> CONFRONTA 40 BANCHE > TASSI SCONTATI > SERVIZIO GRATUITO
Finalità del mutuo
Tipo di tasso
Valore immobile Euro
Importo mutuo Euro
Durata mutuo anni
Età richiedente
anni
Posizione lavorativa
Reddito dei richiedenti Euro netti al mese
Domicilio richiedente
Provincia dell'immobile
Servizio offerto da MigliorMutuo in collaborazione con MutuiOnline.it
MutuiOnline S.p.A. - Cap. Soc. 1.000.000 Euro - P. IVA 13102450155
Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi presso OAM n° M17


 
  migliormutuo.it - C. F. e P. Iva 05720610962 - Privacy Contatti Contatti